Raggiungere il paradiso

L’affermazione del poeta russo ci porta a riflettere non tanto sul tema del male e del peccato individuale, bensì sulla possibilità della vita beata. In cielo non si va da soli perché l’eternità di Dio è costituita dalla natura stessa di Dio (uno e trino) che è amore. Come si può desiderare il cielo-amore e vivere in modo egoistico?
La cosa davvero sorprendente di questo fatto è che nessuno di noi è esonerato dalle cadute individualiste ed egoistiche eppure ciascuno di noi aiuta l’altro ad intraprendere la via del cielo.
L’amore non è solo un bellissimo sentimento che nasce spontaneo tra le persone, ma è anche e soprattutto il desiderio di bene per l’altro. L’amore si gioca nella quotidianità con le persone che ci vivono a fianco, che spesso ci danno fastidio per i più svariati motivi, che ci provocano e mettono a nudo i nostri difetti, ma che allo stesso tempo ci mostrano come noi siamo fatti per amare ed essere amati. Senza gli altri non è possibile amare in astratto e non è possibile il paradiso. È una strada che si percorre insieme aiutandosi a vicenda.

#spuntiperpregare
#amare
#paradiso
#cielo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.