Visita di Madre Amabile in Romania

LETTERA-CRONACA: Visita della nostra Madre generale in Romania

Darmanesti, 12 ottobre 2016

VENERDì 7 ottobre, con il volo Torino – Bacau delle ore 13 (partito alle 9.25 da Caselle) la Madre arriva in terra rumena. Dall’aeroporto, con la nostra Doblò, percorrendo circa 60 km tra stradine che attraversano tanti paesini arriva al nostro ‘monastero’ (così si chiama qui) e a sera giunge anche Sr. Monica Georgiu da Oradea a far festa con noi.

Facciamo festa e ringraziamo il Signore e la madre per questo dono!

Da venerdì ad oggi [12 ottobre] le giornate passano una dopo l’altra in serenità. La Madre vive la nostra vita semplice, fatta di tanti umili impegni tra questi nostri cari fratelli. Conosce la nostra gente: visita gli ammalati, saluta il nostro parroco

Trascorre momenti in mezzo ai nostri bimbi del doposcuola e si rende conto di quanta pazienza e benevolenza bisogna avere con loro… Incontra i giovani e le famiglie del Movimento Ecclesiale Carmelitano. Capisce che qui non si compiono “opere grandiose” ma un servizio sempre disponibile: aiutare, formare e donare se stessi.

La Madre ha anche la gioia di vedere la casa di Florin terminata! Questa povera famiglia (grazie all’aiuto di tanti benefattori!!!), finalmente vive sotto un tetto con dignità, seppure ancora segnata da tanta povertà.

Sì, la Madre vive la nostra vita ritmata di lavoro e preghiera: è con noi al mattino presto in cappella per la preghiera e poi con qualsiasi tempo, anche sotto la pioggia battente di questi giorni, il buio, il freddo, con noi si reca a piedi nella chiesa parocchiale per la S. Messa! Ѐ un po’ sconcertata perchѐ il grande rinnovamento vissuto in Italia con il Concilio Vaticano II, qui fa ancora fatica ad attuarsi!

Tante volte si vorrebbe suggerire e consigliare, proporre, si vorrebbe un po’ cambiare; ma conoscendo i problemi e vivendoli sulla propria pelle, a volte si deve solo adeguarsi, aspettare, offrire e pregare; e la Madre anche qui capisce.

Negli incontri personali e comunitari con lei, si parla a cuore aperto e lei incoraggia, consiglia, ammonisce e corregge e l’intesa ѐ molto bella.

Per un mese, poi, ѐ stata con noi la novizia Sorella Alice che è arrivata il 12 settembre con Sr. Fabiola ed è ripartita oggi con la Madre.

La sua presenza ѐ stata un dono prezioso per la disponibilità e generosità donate a pieni mani a tutti, con tanta serenità.

Allora: grazie Signore! Grazie madre! Grazie Sor Alice!

Questa mattina molto presto avete spiccato il volo verso l’Italia! Nel nostro cuore ѐ indelebile il vostro ricordo, ricolmo e intriso di tanta preghiera , affetto e riconoscenza.

La comunità di Darmanesti

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.