Secondo compleanno

Venerabile Madre Maria degli Angeli

18 Novembre 1871

 ricordato il 18 Novembre 2018 ore 18.00

nella Chiesa di S. Barbara in Torino, nel 167° anniversario

 

Papa Francesco, in una delle sue catechesi di inizio d’anno ci aveva fatto una  raccomandazione, quella di ricordare la data del nostro Battesimo, perché è il secondo compleanno della nostra vita e non si può dimenticare, essendo il fondamento di tutta la vita cristiana.  “Il Sacramento del Battesimo –diceva Papa Francesco nella catechesi– suppone un cammino di fede, permette a Cristo di vivere in noi e a noi di vivere uniti a Lui, per collaborare nella Chiesa, ciascuno secondo la propria condizione, alla trasformazione del mondo”.

Pensavano pressappoco a questa raccomandazione le 10 carmelitane che domenica 18 Novembre alle ore 18.00 nella chiesa di S. Barbara in Torino ammiravano il Registro del Battesimo di Giuseppina Operti -Madre Maria degli Angeli, loro fondatrice, per la quale ricorreva il 167° anniversario del Battesimo. Prima e dopo l’Eucaristia si sono soffermate davanti a quel Registro che risale al 1866. Al n. 158 delle registrazioni, anno 1871, si leggeva chiaramente che alle ore 3,30 pomeridiane Giuseppina, portata al fonte battesimale dai genitori, riceveva la grazia santificante e, nelle mani di Dio, iniziava  il cammino di fede della sua vita.

Sempre in chiesa, affacciandosi all’antica sede del fonte battesimale e ammirando il registro parrocchiale dei battesimi, le suore hanno ringraziato Dio per il dono ricevuto e hanno ringraziato anche lei, la Venerabile Maria degli Angeli, per aver vissuto la sua adolescenza e la sua giovinezza da cristiana responsabile, rispondendo alla chiamata di Dio nella vita religiosa, fondando una nuova Congregazione, proponendo a se stessa e alle sue figlie religiose la spiritualità carmelitana. Oggi la Chiesa la riconosce Venerabile per le virtù cristiane vissute eroicamente e la offre come modello di vita e mediatrice di grazie presso Dio. I teologi della causa della sua beatificazione riconoscono che la Venerabile ha vissuto profondamente nell’ossequio di Gesù Cristo, meditando la Parola del Signore nel silenzio e nel lavoro; coltivando la preghiera come colloquio a tu per tu con Dio; vivendo in comunione fraterna con le sorelle in continuità con la celebrazione Eucaristica quotidiana; amando Maria Santissima come Madre del Verbo Incarnato e Madre della sua vita eucaristica, come centro della sua esperienza di vita e immagine viva di quello che Dio ha operato in lei e può operare in noi.

Per chi desidera conoscere meglio la Venerabile Madre Maria degli Angeli sono disponibili dépliant, fascicoletti,  immagini con preghiera per ottenere grazie.

Per chi desidera approfondire la sua figura e la sua spiritualità consigliamo:

Carmelo Mezzasalma, Sul cammino di Dio, Madre Maria degli Angeli. Una Biografia,

Ed. Feeria, Comunità di San Leolino, 2014, pp 438;

A cura della Vicepostulazione, Trasformati nell’Eucaristia. Esortazioni sulla vita eucaristica,

Introduzione Comunità di San Leolino, Ed. Feeria, 2006, pp 247;

Giuseppe Ghiberti, Madre Maria degli Angeli, Giuseppina Operti, Carmelitana Fondatrice,

Ed. Velar-Elledici 2013, pp 48.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.