Mediterraneo frontiera di pace

L’acqua risorsa di fraternità

di suor Anna di Gesù Servo

La decima edizione di Notti Sacre precede di qualche mese il ritorno a Bari di Papa Francesco, il 23 febbraio del prossimo anno per l’incontro che la Conferenza Episcopale Italiana ha promosso nella città di Bari con tutti i vescovi dell’area: Mediterraneo, frontiera di Pace”. Le serate di preghiera, musica e cultura nelle chiese di Bari vecchia ha proposto lo stesso tema.

Bari e la Puglia, terra di ponti, si prepara a questo incontro di riflessione e preghiera nel segno del dialogo.

“Il Mediterraneo è matrice storica, geografica e culturale dell’accoglienza” ha sottolineato Papa Francesco a Napoli, nel giugno scorso, durante il suo discorso alla Facoltà Teologica.

La chiesa locale di Bari diventa promotrice di cultura e bellezza artistica, porta che spalanca alla conoscenza, condivisione dell’acqua come risorsa di fraternità.

A questo evento hanno partecipato sei orchestre, una dalla Germania, le altre da tutta la Puglia, tutte formate dai solisti, orchestra e coro, con proposte di musica del passato, antico e nuove produzioni.

Un’altra attenzione è verso giovani musicisti pugliesi e stranieri.

Tre sono i concerti d’organo, poi un concerto-meditazione “La pace verrà …e sarà un dono di Dio” proposto da Frammenti di Luce.

Un rosario guidato sotto la casa nativa della Beata Elia di San Clemente che nei suoi scritti si è paragonata ad uno strumento musicale, un’arpa, un violino, uno strumento docile e sapientemente suonato dalle mani dell’“artista Divino”. Le corde di quest’arpa vibrano della bontà infinita di Dio e invitano tutti ad entrare nella divina armonia.

Ancora bambina la futura Beata Elia osservava affascinata che “il mare accetta tutto ugualmente”, il mare verrà da lei sempre associato alla infinita Misericordia di Dio che tutto accoglie e tutto perdona.

Oltre alla musica, 40 artisti provenienti da diverse nazioni con mostre di pittura con lo stesso tema.

Anche la musica, l’arte, si è presa l’impegno di essere costruttrice di pace…

Tutto questo grazie all’impegno di don Antonio Parisi direttore artistico e responsabile di Notti Sacre.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.