15 – 17 novembre 2012

141° ANNIVERSARIO DELLA NASCITA DI MADRE MARIA DEGLI ANGELI

Due celebrazioni: 15 e 17 novembre 2012
Il 15 e il 17 novembre abbiamo celebrato il 141° della nascita della nostra Fondatrice: il 15 con la presenza a Torino, in Casa generalizia, di Don Alessandro Andreini della Comunità di S. Leolino, curatore della Positio della Serva di Dio. Durante il canto dei Vespri don Alessandro ha fatto memoria di questa nascita soprattutto ricordando il Battesimo di Giuseppina Operti. Con il Battesimo riceviamo l’invito a entrare in relazione con Dio. E, in proposito, ha voluto citare una espressione della Madre tratta dal 3° volume di Ultime Parole di Madre, che fa riferimento all’acqua battesimale come elemento che indica il venir fuori dell’anima, rigenerata, per camminare nella fede e nella comunione con il Signore Gesù. Ma la Madre ci offre una riflessione più profonda, dice don Alessandro: «Sebbene il Battesimo e la grazia santificante ci uniscano sopranaturalmente a Dio, la Comunione (eucaristica) completa e perfeziona quest’unione, nutrendo la grazia, ossia aumentandola, riparandone le perdite, dilatandone la potenza; avvicina assai più l’uomo a Dio, e l’unisce a Lui, non mediante tale o tale altro aiuto della grazia, ma per mezzo di Gesù Cristo stesso, legame sostanziale, vivente e fondamentale della creatura con il Creatore».

Immagine2Anche don Giuseppe Tuninetti, sabato 17 novembre ha commemorato, con una solenne Eucaristia nella cappella di Casa Generalizia in Torino, questo 141° anniversario della nascita della Madre, facendo anch’egli riferimento al Battesimo e all’inserimento del cristiano nella Chiesa, attraverso la formula e l’immersione nell’acqua battesimale. Don Tuninetti ha soprattutto evidenziato l’ecclesialità di Madre Maria degli Angeli, anche perché in questo giorno la Chiesa locale di Torino, celebrava la sua ‘Dedicazione’. La Vostra Madre, concludeva nell’omelia, non ha mai camminato nella solitudine, ma ben incarnata e inserita nella Chiesa locale e universale, in fedeltà a Dio nella comunità attiva e nel monastero claustrale.

Al termine dell’Eucaristia è stata distribuita una immaginetta ricordo della Ven.ta Madre nell’anno della fede, con un passo tratto dal suo diario spirituale (luglio 1908).

In questa occasione è stata allestita anche una piccola mostra del 1° volume dei documenti originali dell’Archivio Storico Madre Fondatrice (ASMF), restaurato dal laboratorio di restauro conservativo dei monaci Benedettini della Novalesa-Susa (To). Il lavoro è stato apprezzato anche perché un certo numero di fotografie hanno illustrato il restauro in alcuni momenti della lavorazione.

GUARDA LE FOTO

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.