Mc 8,27-35
Chi è Dio per te?… La pagina di questa domenica ce lo fa capire molto chiaramente: il Cristo è altro e molto più di quello che riusciamo a pensare e immaginare. A fronte dell’annuncio della sua passione “Pietro lo prese in disparte e si mise a rimproverarlo”. E questo capita anche a noi. Lo prendiamo in disparte, a modo nostro, e Gli diciamo come vorremmo che andassero le cose, secondo il nostro modo di pensare e la nostra piccola e limitata percezione spazio-temporale. Dio ci fa comodo per chiedere di realizzare i nostri progetti o quando le cose si mettono male. Altrimenti, quando tutto va bene, capita che spesso lo si lasci chiuso nel cassetto…senza né arte né parte.
Ma Gesù rimprovera Pietro e gli ingiunge di ritornare a camminare dietro a lui, nel posto del discepolo, di colui che segue e impara. E Pietro imparerà molto dalla passione del Maestro, capirà quanto è debole il suo amore a confronto di quello di Dio. Ma solo allora comprenderà le parole del Cristo: “Se qualcuno vuol venire dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua. Perché chi vuole salvare la propria vita, la perderà; ma chi perderà la propria vita per causa mia e del Vangelo, la salverà”. Seguire Gesù significa abbandonare il proprio ristretto modo di pensare per abbracciare quello dell’Amore donato fino alla fine…fino a perdere se stessi.

Suor Nicoletta del Cuore di Cristo
#ilvangelodelladomenica
#amarefinoallafine
#ilcamminodiPietro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.