Mc 6,30-34
Questa pagina di Vangelo ci può aiutare a vivere il tempo estivo di vacanza. Stare “in disparte”, in un “luogo solitario”, insieme al Maestro, per “riposare”.
I discepoli accolgono questo invito di Gesù al loro ritorno dalla missione. Erano stanchi e quasi sicuramente appesantiti dalle tante richieste di aiuto della folla e il ritrovo presso Gesù è il momento propizio per ricrearsi e raccontare quanto si è vissuto.
Ciascuno di noi non ha forse bisogno della stessa cosa? Trovare un luogo e una persona in cui tornare per raccontarsi e rielaborare quanto si è vissuto, sentirsi accolti e compresi nel profondo e avere un tempo per riposare il corpo per rigenerare lo spirito.
La vacanza estiva può essere intesa proprio in questo modo, come un tempo non solo per recuperare le forze psico-fisiche, ma soprattutto per incontrare Cristo e la sua Parola in cui rileggere la propria storia.
Staccare dall’ordinarietà non è solo una esigenza psicologica, ma anche una necessità spirituale, perché abbiamo bisogno tutti di ritrovare il contatto con il senso di quello che siamo e che viviamo.
Non lo si può fare da soli, però. Andare in un luogo deserto non significa chiudersi nella solitudine ma ritirarsi dalla frenesia per riscoprire l’intima relazione con Dio che abita sempre dentro di noi. E spesso occorre avere anche l’aiuto di un accompagnamento nello spirito, una persona che possa aiutarci a vivere in pienezza e nella verità questo tempo.
Non a caso stanno aumentando sempre di più corsi di esercizi spirituali, giornate di ritiro o proposte di vacanze spirituali per tutti, religiosi e laici. Tutti abbiamo bisogno di una vacanza così.

Suor Nicoletta del Cuore di Cristo
#ilvangelodelladomenica
#vacanza
#riposo
#corpoespirito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.